Recensioni

Il Regno Corrotto\\recensione

IMG-4052

Buon pomeriggio lettori!
Quest’oggi parliamo di una delle storie più scottanti e chiacchierate nell’ultimo periodo, una nuova uscita firmata Mondadori e che presto diventerà anche una serie tv: Il Regno Corrotto di Leigh Bardugo.
La recensione fa parte di un Review Tour quindi vi invito a leggere anche le altre recensioni. Ci saranno anche dei piccoli spoiler per quanto riguarda il primo volume, Sei di Corvi. Quindi se non avete letto quello, correte ed iniziatelo immediatamente!

978880471944HIGTITOLO: Il Regno Corrotto
AUTORE: Leigh Bardugo
LINGUA: Italiano
GENERE: Fantasy, Grimdark YA
PAROLE CHIAVE: vendetta, magia, amicizia, colpi di scena, oscurità
TRAMA: Kaz Brekker e la sua banda di disperati hanno appena portato a termine una missione dalla quale sembrava impossibile tornare sani e salvi. Ne avevano dubitato persino loro, a dirla proprio tutta. Ma rientrati a Ketterdam, non hanno il tempo di annoiarsi nemmeno un istante perché sono costretti a rimettere di nuovo tutto in discussione, e a giocarsi ogni cosa, vita compresa. Questa volta, però, traditi e indeboliti, dovranno prendere parte a una vera e propria guerra per le buie e tortuose strade della città contro un nemico potente, insidioso e dalle tante facce. A Ketterdam, infatti, si sono radunate vecchie e nuove conoscenze di Kaz e dei suoi, pronte a sfidare l’abilità di Manisporche e la lealtà dei compagni. Ma se i sei fuorilegge hanno una certezza è questa: dopo tutte le fughe rocambolesche, gli scampati pericoli, le sofferenze e le inevitabili batoste che hanno dovuto affrontare insieme, troveranno comunque il modo di rimanere in piedi. E forse di vincerla, in qualche modo, questa guerra, grazie alle rivoltelle di Jesper, al cervellone di Kaz, alla verve di Nina, all’abilità di Inej, al genio di Wylan e alla forza di Matthias. Una guerra che per loro significa una possibilità di vendetta e redenzione e che sarà decisiva per il destino del mondo Grisha. 

RECENSIONE:
Ci ritroviamo di nuovo a Ketterdam, una città di criminali e complotti. Il Regno Corrotto inizia dove si è interrotto il volume precedente, i nostri protagonisti sono riusciti a liberare Kuwei Yu Bol dalla Corte di Ghiaccio ma ora sono di nuovo in pericolo: Inej è stata rapita da Van Eck, Kaz e i suoi compagni sono pronti a tutto pur di liberarla e ottenere la ricompensa che fu promessa loro. Van Eck, come altre potenti nazioni, punta ad ottenere Kuwei in modo da poter sintetizzare la segreta jurda parem, controllare i BeFunky-collage (84).jpgGrisha ed il commercio, diventando così il re indiscusso di Ketterdam. Riusciranno i nostri sei beniamini a scamparla e salvare la città?

“Tu sei debole perché hai paura che la gente veda la tua debolezza. Tu stai permettendo alla tua vergogna di stabilire chi sei”

La storia è ancora raccontata dai diversi punti di vista dei protagonisti, questa volta però al completo perchè vi si aggiunge anche il dolce Wylan. In Sei di Corvi è stato esplorato il passato di Kaz, Inej, Nina e Matthias, qui invece veniamo a conoscenza delle storie di Jesper e Wylan, anch’esse altrettanto strazianti.
Sono proprio i personaggi il cuore della duologia, sono loro che trainano la storia e che ci fanno appassionare. E’ incredibile come Leigh Bardugo sia riuscita a gestire sei personaggi così diversi in maniera impeccabile. Personaggi maturi e responsabili ma che affrontano allo stesso tempo le insicurezze tipiche dell’età adolescenziale. Ognuno di loro ha spazio per maturare e crescere, ognuno compie il suo arco narrativo e ha il suo momento per brillare. Sono personaggi umani, con problemi reali in cui il lettore può rivedersi. Ma funzionano allo stesso modo anche insieme, sono una squadra forte ed unita che sa certamente come farsi rispettare. L’amicizia tra questi personaggi è l’aspetto che più amo della duologia, è così genuina e naturale, mi scalda il cuore! E se siete amanti del romance, questo libro non vi deluderà. Preparatevi a versare ogni lacrima e gridare dalla frustrazione. Kaz, Inej, Nina, Matthias, Jesper e Wylan mi mancheranno moltissimo. E’ facile affezionarsi e tifare per loro, girare l’ultima pagina e dire loro addio è stato straziante.
b1fd90a2f08cdace66a4a310563de593
“Sarei venuto a prenderti. E se non fossi stato in grado di camminare, sarei arrivato da te strisciando, e non importa se ci avrebbero ridotti in pezzi, noi ne saremmo usciti vivi battendoci insieme: con i pugnali sguainati e le pistole fumanti. Perché è così che funziona per quelli come noi. Noi non smettiamo mai di combattere”

Ma ormai conosciamo bene la personalità, le paure e i sogni di ognuno di loro e con Il Regno Corrotto l’autrice ci catapulta nelle leggi intricate del commercio di Ketterdam e si concentra sulla trama politica, sul riscatto dei nostri sei emarginati e sulla distruzione dell’impero di Van Eck e Pekka Rollins. Vedremo quindi Kaz tessere accuratamente i suoi piani e con le abilità dei suoi compagni cercherà di mettere in ginocchio i suoi nemici. Il Regno Corrotto ha un ritmo più lento rispetto al primo libro e ad alcuni potrebbe risultare più pesante. Ma non mancano di certo scene capaci di farvi trattenere il respiro e sussultare. E’ un libro ricco di colpi di scena, ribaltamenti e strategie in cui nessuno è al sicuro. Una storia capace di catturarvi, intelligente ed arguta.
4572be5bacee62bd70986291cc74c307
“Quando non potevi vincere la partita, dovevi cambiare gioco.”

Leigh Bardugo dimostra ora più che mai la sua bravura come autrice. Tesse una trama molto complessa che però risulta sempre chiara al lettore, le sue scene d’azione sono ricche di tensione e così ben descritte da risultare cinematografiche e dialoghi sono carichi di ironia e battute o ancora scene intime e feconde di emozione che vi strapperanno il cuore dal petto. Il tutto raccontato con un stile di scrittura pulito, chiaro. Leigh Bardugo manipola continuamente il suo lettore mostrando solo in parte quello che si cela per poi ribaltare tutto con un plot twist, questo dimostra una destrezza di scrittura non indifferente, soprattutto se consideriamo che si tratta di un libro per un pubblico di giovani lettori.

“Smettila di trattare il tuo dolore come se fosse immaginario. Quando inizierai a vedere che la ferita è reale, potrai guarirla.”

Una duologia per ragazzi imperdibile da leggere tutta d’un fiato e con un cast di personaggi indimenticabile. Fidatevi di me, chiuderete il libro e sarete investiti da un mix di soddisfazione e nostalgia. Una conclusione avvincente ed emozionante che chiude perfettamente il cerchio della nostra banda di criminali…almeno per ora. E ricordate “Nessun rimpianto. Nessun funerale”
stelle1.pngAlla prossima, Giulia ❤ 

 

 

2 risposte a "Il Regno Corrotto\\recensione"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...